Principali Varietà di Quinoa: Perù

Dopo una prima classificazione della Quinoa in base ai principali ecotipi (leggi post), cerchiamo di capire con maggior precisione quali sono le principali varietà di Quinoa iniziando da quelle di origine Peruviana prendendo in considerazione le più rilevanti a livello commerciale*.

INIA Salcedo

Si tratta di un ibrido derivante dall’incrocio di Quinoa Real Boliviana e Sajama. Questa varietà si adatta a diversi ambienti: altipiano, valli andine e costa ad un’altitudine che varia dai 650 ai 3950 m s.l.m (in genere si ottengono risultati migliori ad altitudini più elevate). Predilige climi semi secchi e freddi con precipitazioni tra i 400 mm ed i 560 mm. Presenta quindi buona tolleranza sia alle gelate che alla siccità, buona resistenza alla peronospora ed il ciclo vegetativo è corto. Il seme è grande e con un basso contenuto di saponine.

Caratteristiche varietali 2

INIA Illpa

Ibrido derivante dall’incrocio di Blanca de Juli e Sajama selezionato nella zona di Puno. Questa varietà si coltiva soprattutto sull’altipiano tra i 3800 e 3900 m s.l.m., preferisce un clima semi secco e freddo con precipitazioni tra i 450 mm ed i 600 mm, temperature tra in 4°C ed i 15°C e suoli semi-sabbiosi con PH tra 5,5 e 88. Presenta un’ottima resistenza alla peronospora, il ciclo vegetativo è corto.

Caratteristiche varietali Quinoa varietà INIA ILLPA

INIA Pasankalla

È il risultato di un miglioramento varietale di un seme proveniente dalla zona di Puno. Questa varietà, così come la INIA Salcedo, si adatta a diversi ambienti: altipiano, valli andine e zona costiera anche se offre i migliori risultati ad elevate altitudini, è molto tollerante al freddo ed alla siccità. Si caratterizza per il bassissimo contenuto di saponina (quasi nullo) e per l’alta resa.

Caratteristiche Quinoa varietà Pasankalla

INIA 420 – Negra Collana

Questa varietà è composta da 13 accessioni generalmente conosciute come “Quytu jiwras”. Questa varietà, così come la INIA Salcedo, si adatta a diversi ambienti: Altipiano tra i 3800 e 3900 m s.l.m. (clima secco e freddo con precipitazioni tra i 400 mm ed i 550 mm, temperature max tra i 4°C ed i 15°C e suoli semi-sabbiosi con PH tra 5,5 e 8); Si adatta anche alle valli andine e alla costa adattandosi alle condizioni pedoclimatiche viste per la Pasankalla.

Quinoa varietà Negra Collana: caratteristiche

INIA 427 – Amarilla Sacaca

Si adatta principalmente alle valli andine tra i 2750 ed i 3650 m s.l.m, predilige suoli sabbiosi e semi sabbiosi, e presenta un’ottima resistenza alle gelate ed alla siccità. Il ciclo vegetativo è abbastanza lungo, considerando che, in alcune zone può raggiungere i 210 gg.

Quinoa varietà Amarilla Sacaca: caratteristiche

INIA 431 – Altiplano

Si tratta di un ibrido derivante dall’incrocio di Quinoa Real Boliviana e Sajama selezionato nella zona di Puno e commercializzata a partire dal 2013. Questa varietà, selezionata nell’altipiano (3800 e 3950 m s.l.m.) si è adattata strepitosamente alla zona costiera con eccellenti risultati in termini di resa. E’ una delle varietà con la maggior capacità di adattazione a livelli di precipitazioni e climi diversi.

Quinoa varietà INIA 431 Altiplano: caratteristiche

Quando parliamo di varietà originarie di Perù, Bolivia o Ecuador, è necessario non far confusione tra le cultivar che si adattano alla costa e varietà coltivate a livello del mare. In questi casi, parlando di costa, ci riferiamo ad altitudini superiori ai 500/600 m s.l.m. Le varietà coltivate a livello del mare sono principalmente le varietà cilene, delle quali parleremo più avanti. Le varietà illustrate in questo post rappresentano sicuramente un punto di partenza ottimo per una ricerca scientifica, ma non per un uso volto ad ottenere dei risultati produttivi a breve termine. Non è difficile incontrare sementi di INIA Salcedo o Negra Collana ad un prezzo ragionevole**, e possono rappresentare una valida alternativa per una prova su piccole superfici con il fine di capire il comportamento della pianta, le criticità o il processo vegetativo e magari per effettuare una prima selezione, l’importante è non farlo con la consapevolezza che, per ottenere risultati serve tempo e pazienza.


(*) Esistono molte altre varietà, a mio avviso interessanti, oltre a quelle indicate in questo post, per ragioni di efficienza, mi sono concentrato soltanto sulle cultivar più diffuse, chi fosse interessato ad ulteriori informazioni può contattarmi tramite il form di questo blog.

(**) Per correttezza non pubblico riferimenti a fornitori, ma sono a disposizione tramite il modulo contatti o via mail.


 

About the author

dariovannu

Lascia un commento...

Tuttoquinoa di Dario Vannuzzi P.IVA 01573520531

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: